a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z #

Fotografie, tag CAMPOCOLOGNO

Al lavoro nei campi

Al lavoro nei campi

Famiglia al lavoro nei campi a Campocologno. Sul campanile della chiesa, costruita nel 1914, non c'è ancora l'orologio, installato solo nel 1937.

100239
Alluvione 1987

Alluvione 1987

Dogana di Piattamala. Il 18 e 19 luglio 1987, in seguito a un lungo periodo di piogge intense e temperature elevate fino ad alta quota, la Valposchiavo è stata colpita da un'alluvione che ha causato ingenti danni.
È soprattutto il borgo di Poschiavo ad aver subito le conseguenze maggiori, invaso dalle acque del fiume Poschiavino e dal materiale trasportato a valle in particolare dal torrente della Val Varuna. La furia dell'acqua ha distrutto argini, sommerso campi, inghiottito strade, sventrato case.

100686
Alluvione 1987

Alluvione 1987

Dogana di Piattamala. Il 18 e 19 luglio 1987, in seguito a un lungo periodo di piogge intense e temperature elevate fino ad alta quota, la Valposchiavo è stata colpita da un'alluvione che ha causato ingenti danni.
È soprattutto il borgo di Poschiavo ad aver subito le conseguenze maggiori, invaso dalle acque del fiume Poschiavino e dal materiale trasportato a valle in particolare dal torrente della Val Varuna. La furia dell'acqua ha distrutto argini, sommerso campi, inghiottito strade, sventrato case.

100687
Alluvione 1987

Alluvione 1987

Campocologno. Il 18 e 19 luglio 1987, in seguito a un lungo periodo di piogge intense e temperature elevate fino ad alta quota, la Valposchiavo è stata colpita da un'alluvione che ha causato ingenti danni.
È soprattutto il borgo di Poschiavo ad aver subito le conseguenze maggiori, invaso dalle acque del fiume Poschiavino e dal materiale trasportato a valle in particolare dal torrente della Val Varuna. La furia dell'acqua ha distrutto argini, sommerso campi, inghiottito strade, sventrato case.

100696
Campocologno

Campocologno

Vista da nord sul centro del paese di Campocologno.

101190
Campocologno

Campocologno

Vista da sud sul centro di Campocologno. In secondo piano la vecchia dogana, poi smantellata.

101191
Campocologno

Campocologno

Campocologno visto da sud: le prime case del paese e la centrale idroelettrica delle Forze Motrici Brusio a destra della strada cantonale. Praticamente ogni casa ospita un negozio di coloniali o un'osteria e birreria.

104943
Campocologno

Campocologno

Campocologno visto da sud, con la centrale idroelettrica delle Forze Motrici Brusio (ora Repower) e la chiesa in costruzione. Nel riquadro, soldati di guardia al confine lungo la ferrovia, che di notte inizialmente veniva chiusa.

104944
Campocologno

Campocologno

Campocologno visto da sud, con la centrale idroelettrica delle Forze Motrici Brusio (ora Repower). Non c'è ancora la ferrovia, realizzata nel 1908, e nemmeno la chiesa, costruita nel 1913-14.

104945
Campocologno

Campocologno

Campocologno visto da sud. A sinistra la vecchia dogana svizzera e al centro la vecchia centrale della società idroelettrica Forze Motrici Brusio (ora Repower) con le sue condotte forzate sche scendono dal bacino di Monte Scala. Non c'è ancora la ferrovia, realizzata nel 1908, e nemmeno la chiesa, costruita nel 1913-14.

104946
Campocologno

Campocologno

Vista da sud su Campocologno. In primo piano a sinistra la vecchia dogana svizzera. Al centro la vecchia centrale di Campocologno costruita dalla società idroelettrica Forze Motrici Brusio (ora Repower) nel 1906.

104949
Campocologno

Campocologno

Vista da sud su Campocologno. In primo piano a sinistra la vecchia dogana svizzera. Al centro la vecchia centrale di Campocologno costruita dalla società idroelettrica Forze Motrici Brusio (ora Repower) nel 1906.

104950
Campocologno

Campocologno

Vista da sud su Campocologno. In primo piano a sinistra la vecchia dogana svizzera. Al centro la centrale idroelettrica costruita dalla società Forze Motrici Brusio (ora Repower) nel 1906.

104951
Campocologno

Campocologno

Vista da sud su Campocologno. In primo piano la nuova dogana svizzera. Dietro la  centrale idroelettrica di Campocologno costruita dalla società Forze Motrici Brusio (ora Repower) nel 1906.

104952
Campocologno

Campocologno

Vista da sud su Campocologno. La prima casa a destra è stata in seguito demolita per poter allargare la strada.

104953
Campocologno

Campocologno

Vista da sud su Campocologno. Sulla destra l'Albergo Pola, Locanda grigionese.

104960
Campocologno

Campocologno

Vista da nord sulle ultime case di Campocologno prima del confine.

104961
Campocologno con la centrale in costruzione

Campocologno con la centrale in costruzione

In primo piano la centrale idroelettrica di Campocologno della società Forze Motrici Brusio (ora Repower) in costruzione. Dietro, le prima case del paese.

101283
Casa a Campocologno

Casa a Campocologno

Casa Enrico Godenzi a Campocologno realizzata dall'architetto Mario Semadeni nel 1948.

101099
Centrale di Campocologno

Centrale di Campocologno

La vecchia centrale di Campocologno costruita dalla società idroelettrica Forze Motrici Brusio nel 1906. È la centrale ad alta pressione più alta d'Europa. Un'opera ingegneristica all'avanguardia. L'edificio è lungo 104 m, largo 17 m e alto 12,5 m. Ospita 12 turbine e generatori. Dietro  la centrale le condotte forzate che scendono dal bacino di Monte Scala.

104947
[12 3  >>